Il 15 maggio la Fondazione Vivarelli riapre celebrando il VII centenario della morte di Dante con la mostra “Divine Lettere” di Edoardo Salvi e Filippo Giaconi

Dopo il lungo periodo di chiusura dovuto alla pandemia, la Fondazione Vivarelli riapre al pubblico con la mostra dell’opera inedita “Divine Lettere”, dedicata all’Inferno della Divina Commedia di Dante nel VII centenario della morte.
L’opera grafica rappresenta le vicende narrate nell’Inferno di Dante e riporta inoltre il suo testo integrale. L’opera è frutto delle capacità di disegno e grafiche di Edoardo Salvi, artista noto per l’eleganza espressiva delle linee e la capacità di narrare mondi immaginifici, unite alla straordinaria perizia nelle tecniche tipografiche di Filippo Giaconi.
I visitatori potranno anche vedere un’anteprima dei disegni preparatori per la serie di opere in elaborazione dedicata al Purgatorio dantesco.
Nel corso dell’inaugurazione Roberto Cadonici (curatore dell’opera) e Filiberto Segatto (docente di letteratura italiana) introdurranno i presenti alle opere in mostra ed al loro legame con la Divina Commedia di Dante.

Inaugurazione: 15 maggio, ore 17.30
È obbligatorio la prenotazione fino ad un massimo di 30 persone. Si può prenotare sia per telefono (0573.477423) che per email (info@fondazionevivarelli.it).

“Divine Lettere”
di Edoardo Salvi e Filippo Giaconi
Dal 17 maggio al 12 giugno 2021.
Orario di apertura: lun-sab 9.00-13.00 su prenotazione.

Fondazione Vivarelli, via Felceti 11, Pistoia
Tel. 0573.4774423
Email. info@fondazionevivarelli.it

Immagine:

“Divine Lettere”, 2021

di Edoardo Salvi e Filippo Giaconi

 

Particolare in cui è raffigurato Brunetto Latini (Canto XV, 22-30):

Così adocchiato da cotal famiglia,
fui conosciuto da un, che mi prese
per lo lembo e gridò: “Qual maraviglia!”.
E io, quando ’l suo braccio a me distese,
ficcai li occhi per lo cotto aspetto,
sì che ’l viso abbrusciato non difese
la conoscenza sua al mio ’ntelletto;
e chinando la mano a la sua faccia,
rispuosi: “Siete voi qui, ser Brunetto?”.

Leave a Reply