Fondazione Jorio Vivarelli
La materia della vita
Attività

RELAZIONE SINTETICA SULL’ATTIVITÀ CULTURALE SVOLTA NEL  2014

  • CONCORSO VIBANCA “VI Borsa di Studio Jorio Vivarelli” In collaborazione con Vibanca, che ha messo a disposizione un monte premi di  €8.100,00, è stata realizzata la VI Borsa di studio “Jorio Vivarelli”. Al concorso, intitolato “Giovani”, hanno partecipato 143 studenti della Scuole Medie Superiori della provincia di Pistoia. La commissione giudicatrice ha selezionato 15 vincitori che sono stati premiati, presso la sede Vibanca di Pontelungo, lo scorso 6 giugno.
  • “BUSsiamo al museo” servizi didattici per le scuole del territorio Azione realizzata in collaborazione con il progetto locale “reti museali” relativo alla L.R. 89/80.La Fondazione aderisce al progetto regionale “Bussiamo al Museo” coordinato dalla Provincia di Pistoia. Si tratta di un servizio bus a disposizione delle scuole con prezzi ridotti e con relativo servizio di prenotazione attraverso un numero verde specifico per facilitare la fruizione dei musei da parte delle scuole del territorio pistoiese. La proposta didattica è articolata per fasce d’età:
    1. Jorio Vivarelli pensare un uomo nuovo (Classi della Scuola Primaria.) L’ultima produzione artistica del Maestro Jorio Vivarelli è denominata “Le pietre dei saggi”, un gruppo marmoreo di sette sculture che furono realizzate nel biennio 1978-’79. Nel loro insieme le “Pietre dei saggi” esprimono con chiarezza l’idea della genesi: dal seme nasce l’Uomo Nuovo che, nutrito dalla Madre, dal Sole e dalla Luna cresce forte, cosciente e responsabile. Nell’ultima scultura Elisir Rivelazione cosmica porta a compimento la nascita del “nuovo Adamo” che per Vivarelli ha l’assoluto pregio dell’integrità morale e spirituale simboleggiata dal una donna che fuoriesce da uno colonna a forma di totem. L’attività propone di condurre i ragazzi ad una lettura guidata del ciclo marmoreo “Le pietre dei Saggi”, al termine l’attività di laboratorio intenderà sviluppare la parte ‘immaginativa’ di ogni ragazzo legata alla possibile creazione di un ‘Uomo nuovo’ che verrà realizzato con semplici tecniche grafiche e attributi lessicali. Al termine del lavoro autonomo è prevista una fase importante di confronto comune e di riflessione sull’esperienza appena condotta.
    2. Mani di creta (Classi della Scuola Secondaria di 1° grado) Dopo la visita guidata al Museo, nella quale conosceranno l’opera del Maestro Jorio Vivarelli dalla giovinezza fino alla tarda età,  i ragazzi verranno accompagnati nel laboratorio dove saranno invitati, con il sostegno di operatori specializzati, a disegnare e a modellare una mano impostando correttamente i piani, i volumi e le proporzioni del modello assegnato. I manufatti realizzati saranno consegnati ai partecipanti.
    3. Jorio Vivarelli scultore. La materia della vita (Classi della Scuola Secondaria di 2° grado.) Lattività si articola in due fasi: la prima intende presentare la vita e le opere di Jorio Vivarelli mediante una visita ai saloni espositivi della Fondazione. Successivamente gli alunni assisteranno alla proiezione del documentario “Jorio Vivarelli scultore . La materia della vita. Il documentario nasce da una lunga intervista rilasciata dallo scultore nell’ ultimi anni della sua vita nel corso della quale egli ripercorre le fasi più salienti della sua carriera artistica. Dai film conservati presso l’archivio privato dell’artista emerge l’Uomo Jorio con la sua ironica saggezza, la sua sofferenza, il dramma di un epoca che inizia con la tragedia della seconda guerra mondiale e continua con i problemi socio- politici che ne seguirono. Seguirà una discussione con il gruppo classe sul filmato appena proiettato.  
  • “Un’estate Chiacchierina- IV edizione 2014 ” – PROGETTO ORECCHIO ACERBO In collaborazione con il Comune di Pistoia, l’Associazione Culturale “Orecchio Acerbo” e grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, sono stati realizzati una serie di incontri rivolti ai bambini dai cinque agli undici anni secondo il seguente calendario:
    • Sabato 28 giugno: Inaugurazione della manifestazione “Un’estate chiacchierina” – 4 edizione; Saluto delle autorità: CANTI DI NINNE E CANTI DI NANNE a cura di “Nonni in tour”, “gruppo musicale di nonni” del Comune di Quarrata coordinati e diretti da Niccolò Menichini – musicista. PRESENTAZIONE DEL LIBRO CIKIBOM (Ed. Sinnos) di Antonella Chiuchiolo, Paolo De Gaspari, Marina Ielmini, Costantino Panza.
 Saranno presenti per gli autori: Antonella Chiuchiolo e Paolo De Gaspari, dell’Associazione Nati per la Musica. A TUTTO JAZZ… DANZE IN GIARDINOa cura di Giulia Pacini – Direttrice della Scuola di Danza Hip Hop  Freedance Street Style di Freeline – Pistoia E per i bambini dai 5 agli 11 anni è previsto un laboratorio “artigiano”:Borsette cool per un percorso musicale A I bambini presenti saranno invitati a costruire una loro borsetta che potrà poi contenere i manufattiche loro stessi creeranno nel corso di tutti i successivi laboratori”””. A seguire aperitivo offerto dalla Sezione Soci Coop di Pistoia. Vini offerti dall’Azienda Agricola Marzalla.
    • Sabato 5 luglio: ore 21 COLORI E SEGNI A RITMO DI JAZZ; Laboratorio arte e musica. Per chi accompagna i bambini è previsto un incontro ASPETTANDO IL SERRAVALLE JAZZ video, musica e anticipazioni sulla corrente edizione, a cura di Maurizio Tuci.
    • Sabato 12 luglio: ore 10  LA VOCE DEI MATERIALI: ascoltare, toccare, dipingere; laboratorio d’arte e musica con merenda della tradizione pistoiese inclusa. E per chi accompagna i bambini una visita guidata: LA FORZA DELLA FORMA NELLA SCULTURA DI JORIO VIVARELLI.
    • Sabato 19 luglio: ore 10  SINFONIA DI COLORI: suoni, pennelli e acquerelli!; Laboratorio d’arte per bambini con merenda della tradizione pistoiese inclusa e per chi accompagna i bambini una visita guidata: DALLA FONDAZIONE VIVARELLI, QUATTRO PASSI NELL’ARTE CONTEMPORANEA A PISTOIA.
    • Sabato 26 luglio: ore 21 JORIO IN MUSICA…la vita del Maestro diventa un Musical;  per chi accompagna i bambini è previsto uno spettacolo dal titolo GRAN CAFFE’ CONCERTO ITALIA prosa e musica testi e canzoni degli anni 30-40 nell’adattamento teatrale in due tempi di Franco Cecchi ispirato all’opera teatrale di Achille Campanile a cura del Gad Città di Pistoia.
    • Sabato 23 agosto: ore 10 PERCHE’ CI VUOLE ORECCHIO…emozioni da dipingere; Laboratorio d’arte e musica. Segue un piccolo rinfresco allietato con i “pippi” della corona di San Bartolomeo così come prevede la tradizione pistoiese.
    • Sabato 30 agosto: ore 17  TUTTI GIÙ DAL PALCO; laboratorio teatrale. E per chi accompagnerà i bambini è prevista una visita guidata: RITRATTI AL FEMMINILE DI JORIO VIVARELLI.
    • Sabato 6 settembre: ore 17 STRUMENTI ad ARTE costruiti con arte…; Laboratorio arte e muscia. Per gli adulti incontro con Luigi Tronci.
    • Sabato 13 settembre: ore 17 MUSICA CHE PASSIONE. Laboratorio espressivo-musicale coordinato dal Maestro Luigi Tronci. A seguire per tutti una gustosa merenda-cena accompagnata dai vini offerti dall’Azienda Agricola Marzalla – Pescia. Accompagnerà il laboratorio:La consueta mostra libraria: Libri in musica;   La conversazione PAROLE E SUONI: COME CRESCE UN BAMBINO. INTERVENGONO: Paolo Sarti, pediatra e musicista, Francesca Ferretti, coordinatrice dei servizi educativi del Comune di Quarrata. Introduce Manuela Trinci, psicoterapeuta dell’infanzia e Presidente di Orecchio Acerbo. Coordina il dibattito Giulio Masotti, Presidente dell’Assemblea dei Soci della Fondazione Pistoiese Jorio Vivarelli e Consigliere della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia.
  • TOSCANA NOVECENTO È stata realizzata una sezione sulla Fondazione Vivarelli nel sito ToscanaNovecento, il nuovo Portale di Storia contemporanea (www.toscananovecento.it), sostenuto dalla Regione Toscana, promosso e coordinato dagli Istituti della Resistenza. Si tratta di uno strumento efficace per favorire la divulgazione e l’approfondimento della storia fra utenze diversificate per promuovere la conoscenza di eventi ed attività portati avanti dalla pluralità di associazioni che operano sul territorio regionale nell’ambito della storia e della cultura del ‘900.
  • VISITATORI E VISITE GUIDATE A GRUPPI  Il totale delle presenze dei singoli presso Villa Stonorov è 2089. Totale visitatori alle mostre 1960.
  • BENVENUTI AL MUSEO In collaborazione con il “Sistema museale Pistoiese” e l’Associazione Artemisia la Fondazione ha accolto un gruppo di visitatori in data 26 aprile u.s. Il tema della visita- laboratorio è stato “Disegnando radici, immaginando sculture”.
  • INCONTRI CON ASSOCIAZIONI La Fondazione ha aderito all’iniziativa “Toscana, Arcobaleno d’Estate 2014″, promossa dalla Regione Toscana, e domenica 22 giugno ha organizzato la visita guidata  dal titolo “Jorio Vivarelli e il gioco delle forme nella natura”. Al termine della vista ha avuto luogo una degustazione di prodotti tipici toscani offerti dall’aziende pistoiesi: Macelleria Savigni, Pastificio Chelucci, Azienda agricola Marzalla, Gelaterie Artigiane Riunite, Biscottificio Guarducci, Caffè Giada. A seguire gli ospiti sono stati intrattenuti dal primo concerto di musica classica della quarta edizione de “L’Antidoto – serate musicali estive a Villa Stonorov”.
  • FESTA DI SAN JACOPO  È stata realizzata la tradizionale cena di San Jacopo, con i sapori della tradizione pistoiese presso i saloni espositivi della Fondazione. La serata è stata conclusa con un concerto. 
  • “L’ANTIDOTO” CONCERTI ESTIVI Organizzazione, in collaborazione con la Fondazione Pistoiese Promusica e il Comune di Pistoia, di tre serate musicali del programma “L’antidoto” arrivato ormai alla sua 4° edizione. Gli spettacoli musicali si sono svolti presso  l’anfiteatro del parco della fondazione, sotto la direzione artistica del maestro Daniele Giorgi.
  1. Domenica 22 giugno  – “Just like the movies”. Paolo Marzocchi, compositore e pianist. Recital pianistico e proiezione del film sperimentale “Just like the movies” di Michal Kosakowski, colonna sonora eseguita dal vivo.
  2. Venerdì 4 luglio – Concerto dedicato a Jorio Vivarelli e alla sua opera “Riti di primavera” Duo Petrouchka, Massimo Caselli & Alessandro Barneschi, pianoforte. Introduzione a cura di Veronica Ferretti con proiezioni di immagini dell’opera di Vivarelli.
  3. Giovedì 31 luglio – Duel! Andrea Bindi & Edoardo Giachino, duo di percussioni. Incontro con il M°. Giorgio Battistelli Musiche di Giorgio Battistelli, Johann Sebastian Bach, Tomer Yariv, Anders Koppel e Nebojsa Zivkovic.
  • CONFERENZE
  1. Presso il Castello della Smilea a Montale, Veronica Ferretti ha tenuto una relazione su  Jorio Vivarelli: l’uomo, l’arte e la sua terra.
  2. Yolande Mukagasaba: ospite speciale alla Fondazione Vivarelli”, Yolande Mugasana testimone del genocidio Tutsi ad opera degli estremisti Hutu nel 1994 ha tenuto una conferenza lo scorso 10 maggio.
  3. Nell’ambito della rassegna “A tu per tu con l’opera d’arte” è un ciclo d’incontri con specialisti di settore dedicati all’analisi di un’opera appartenente alla collezione della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia. Veronica Ferretti, lo scorso 3 giugno, ha presentato l’opera “Proposta per fontana” del 1966.
  4. In occasione della seconda serata del concerto dell’Antidoto, lo scorso 4 luglio, si è svolta la conferenza a cura di Veronica Ferretti sul tema: La fontana “Riti di primavera” il capolavoro di Jorio Vivarelli realizzato in collaborazione con Oskar Stonorov e ispirato alle “Le Sacre du Printemps” di Igor Stravinskij. Sono trascorsi cinquant’anni da quando nel dicembre del 1964 Jorio Vivarelli vinse il Concorso Internazionale bandito dalla Città di Philadelphia e dal Fairmount Park Association  con il progetto, elaborato in collaborazione con gli architetti Stonorov e Haws, di una grandiosa fontana destinata al centro urbano di quella città. L’opera allora si affermò per la sua straordinaria innovazione formale tratta com’è dai motivi ispirati ad un’opera di Stravinskij “La sagra della primavera”, sorprende ancora oggi quanti, come il critico Ragghianti, hanno potuto ammirarne “la rotazione centrifuga dei corpi quasi, un rito di danza nel contesto delle forme scultoree”.
  5. Nell’ambito del progetto “Opera in verde” Alessandro Vezzosi, fondatore e direttore del Museo Ideale Leonardo da Vinci, ha svolto lo scorso 27 settembre, presso Villa Stonorov una conferenza dal tema: “Il giardino di Leonardo e dell’utopia”.
  6.  La Fondazione ha recentemente partecipato alla prima edizione di COOLT -Settimana della Cultura toscana evento promosso dall’Assessorato alla Cultura  e Turismo della Regione Toscana, in collaborazione con Fondazione Sistema Toscana e Toscana Promozione. Presso Villa Stonorov sabato 11 ottobre Edoardo Salvi  è intervenuto sul tema Arte Sacra/Sacra Arte, mentre sabato 18 ottobre Gianluca Chelucci è stato relatore della conferenza Tra arte e design: Sergio Cammilli e la Poltronova.
  7. La Fondazione ha ospitato, venerdì 14 novembre, il “Convegno occhio al seno sotto i quaranta- Sapere e saper comunicare alle giovani donne” promosso dall’Associazione Voglia di Vivere.
  • MOSTRA “Vivarelli e l’omaggio all’Europa. Il monumento a De Gasperi e il movimento internazionale dell’intrarealismo” In occasione della celebrazione del 60° anno dalla scomparsa di Alcide Amedeo Francesco De Gasperi, avvenuta il 19 agosto 1954 a Borgo Valsugana, il Comune di Cutigliano, la Fondazione Pistoiese Jorio Vivarelli la Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia presentano la mostra  “Vivarelli e l’omaggio all’Europa. Il monumento a De Gasperi e il movimento internazionale dell’intrarealismo” che è stata allestita presso la Sala Consiliare del Comune dal 19 luglio al 5 settembre 2014. Il Comune di Cutigliano nel 1967 inaugurò sia il Villaggio Scolastico “Acide De Gasperi” sia  il monumento realizzato da Jorio Vivarelli e da dieci allievi dell’Istituto d’Arte “Petrocchi” di Pistoia in onore del grande statista e del suo grande ideale: il superamento delle barriere nazionaliste per la costruzione dell’unità europea. Alla cerimonia di allora, oltre al sottosegretario senatore Giorgio Braccesi, promotore del progetto del monumento, erano presenti la vedova Francesca De Gasperi, il vicesegretario della DC Piccoli, numerose autorità e un folto pubblico. L’opera progettata da Jorio Vivarelli è un monumento a forma circolare in bronzo dove si riconosce la geografia dei paesi europei tenuti insieme da un avviluppante fregio centrale e che recano incise le tappe della collaborazione continentale: MEC, CEE, CECA e i nomi delle capitali. L’insieme è tenuto da un cerchio in acciaio a indicare l’unione dei popoli nell’evoluzione di una dominante idea di progresso. Sul retro di sono i profili di De Gasperi che viene considerato uno dei Padri della Repubblica assieme  a Adenauer e Schuman anch’essi qui ritratti. La struttura in cemento armato, che ricorda la prua di una nave, è, invece, dell’architetto Giovanni Bassi, allora preside all’Istituto “Petrocchi”. Oggi nella mostra “Vivarelli e l’omaggio all’Europa” sarà possibile ammirare una serie di fotografie d’epoca relative alla cerimonia ufficiale dove spicca lo scultore pistoiese che una bombetta in testa simboleggia l’Inghilterra che ancora non fa parte dell’Unione Europea. L’esposizione raccoglie anche opere realizzate da Vivarelli appartenenti al movimento Intrarealista che comprendeva, Miguel Ángel Asturias il regista Federico Fellini, il poeta Roberto Cordukes, i critici d’arte Gian Lorenzo Mellini, Cesarei Rodriguez Aguilera, il sociologo Arnald Puig e gli artisti Torrendel, Girardello, Mensa, Narotzky, Rossi e Abel Vallmitjana. Tutti insieme questi artisti interverranno a Firenze il 9 luglio 1967 a Palazzo Strozzi per presentare il manifesto Intrarealista, firmato a Barcellona. In esso si affermava che “Di fronte alla realtà che ogni giorno ci viene offerta dai giornali o da qualsiasi mezzo di diffusione e che finisce, per abitudine col divenire sostanza nostra, un’altra ne esiste più autentica, più profonda, più valida”. Un’arte che intendeva contraddistinguersi per l’impegno sui temi sociali ed esistenziali e che s’interrogava sui grandi problemi dell’uomo.  Le opere intrarealiste di Jorio Vivarelli presenti in questa rassegna sono: Miguel Ángel Asturias vera anima del gruppo intrarealista, i Mafiosi, qui caratterizzati dalla mitra papale e dalla spada a memoria del rito di iniziazione, I Dirigenti opera denigratoria contro il potere militare, religioso e della magistratura,  Il marcio è alla radice bozzetto del monumento funebre per un ragazzino di 11 anni morto per un mancato trapianto di rene e Vita dove lo scultore pistoiese affronta un tema iconograficamente raro, quello di un ansia incombente sulla sofferenza della donna progenitrice prima del momento in cui il grembo materno si schiude per offrire al mondo una nuova vita.  Scrive Mario Monteverdi: “I volumi plastici si riscaldano di luci e di ombre in morbido colloquio a tratti concitato da solchi che son come l’innesto d’un grido sulla dolcezza del naturale rito che perpetua la specie e consegna a un altro la fiaccola perenne della vita”.Alla mostra, inoltre, è possibile vedere una ricca documentazione relativa alla inaugurazione del luglio del 1967 con la vedova Francesca De Gasperi, il sindaco di Cutigliano Massimo Braccesi, il sottosegretario senatore Giorgio Braccesi, il vicesegretario della DC Flaminio Piccoli, lo scultore Jorio Vivarelli e un folto pubblico.
  • Progetto “Arte in-Verde” nell’ambito del Bando Regione Toscana  “TOSCANAINCONTEMPORANEA 2013”. Nel corso del 2014 la Fondazione Vivarelli si è impegnata in diverse iniziative culturali, in particolare mi preme sottolineare la Borsa di Studio “OPERE in-VERDE” rivolta a due giovani artisti di nazionalità tedesca. “OPERE in-VERDE” è un progetto elaborato dalla Fondazione  Pistoiese Jorio Vivarelli, in collaborazione con il professor Sergio Beragnoli, membro del Comitato Scientifico di quest’ultima, che è risultato fra i progetti vincitori del Bando nel settore della cultura per progetti inerenti l’arte contemporanea emanato dalla Regione Toscana e denominato “Toscanaincontemporanea 2013”.  Lo scorso venerdì 3 ottobre presso il Palazzo De’ Rossi, sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, si è svolta la cerimonia di presentazione del progetto finale della Borsa di Studio.  Il progetto, oltre che dalla Regione Toscana e dalla Fondazione Vivarelli, è stato finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia e dall’Azienda vivaistica “Piante Mati” e sostenuto dalla Provincia di Pistoia. La Borsa di Studio, ideata nel nome dello scultore pistoiese e della sua vicenda artistica, ha previsto, per due artisti tedeschi, un soggiorno della durata di un mese presso la Foresteria e l’utilizzo del laboratorio di Villa Stonorov. La Commissione giudicatrice, che ha analizzato le candidature, ha declamato vincitori della Borsa di Studio: Maria Veronika Maier di Stoccarda e Fabian Scharay di Hohenstein. Durante il periodo di studio-ricerca i vincitori sono stati coordinati da una equipe di esperti architetti del paesaggio dell’azienda vivaistica Mati di Pistoia. Grazie alle visite guidate organizzate presso Villa La Maga di Quarrata,  Collezione Gori della Fattoria di Celle, Parco di Pinocchio e Giardino di Villa Garzoni i borsisti hanno avuto modo di conoscere il territorio e in particolare diverse tipologie di giardino toscano e hanno assistito al convegno, tenuto a Villa Stonorov, dal professor Alessandro Vezzosi, fondatore e direttore del Museo Ideale Leonardo da Vinci, sul tema “Il giardino di Leonardo e dell’utopia”. Nel corso della cerimonia di presentazione del progetto finale Maria Veronika Maier e Fabian Scharay hanno illustrato le tavole dei progetti e i bozzetti aventi come soggetto l’arte, la natura e il verde, che sono stati lasciati in proprietà alla Fondazione, ma soprattutto hanno raccontato la loro esperienza.

***********************************************************

Breve relazione dell’attività culturale svolta nell’anno 2013

a)Organizzazione di una esposizione itinerante dal titolo “Jorio Vivarelli dieci anni di scultura 1964 – 1974” che si è svolta dai primi di maggio alla fine di ottobre in quattro diverse località della Germania. L’esposizione comprendeva 41 opere. La mostra è stata realizzata con il sostegno del Comune di Pistoia, del Comune di Montale, della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, dall’Istituto di Cultura di Colonia, del Comune di Langenfeld, della Reutlingen & DEKART Abteilungsleiter, del Comitato Gemellaggi del Comune di Montale. Le 41 opere della Fondazione Pistoiese Jorio Vivarelli, sono state esposte a Zichtau dal 31 maggio al 23 giugno; a Colonia, presso l’Ufficio di Cultura Italiana dal 28 giugno al 15 settembre 2013; a Langenfeld, presso il Castello “HausGraven” a Wasserburg; a Reutlingen dal 20 settembre al 25 ottobre 2013.  Ogni inaugurazione, alla quale hanno preso parte le maggiori autorità delle città tedesche di volta in volta interessate, è stata accompagnata da una manifestazione nella quale sono state illustrate le eccellenze culturali e turistiche del territorio pistoiese e sono stati presentati i prodotti gastronomici tipici pistoiesi appositamente portati dall’Italia;

b) Realizzazione e stampa di una brochure promozionale dal titolo “Die Jorio Vivarelli Stiftung- Pistoia: die Stadt, Sehenswurdigkeiten und Spezialitaten”, curata da Veronica Ferretti, e realizzata grazie al contributo di Confindustria Pistoia, Comune di Pistoia, Camera di Commercio;

c) Jorio Vivarelli: «l’Architettura è scultura e la scultura è architettura». Atti del convegno della 3gA 2012. L’ordine degli Architetti di Pianificatori e Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Pistoia hanno pubblicato gli atti della 3gA 2012, tre giornate di architettura da titolo “Salvaguardia del patrimonio del XX secolo”, a cura di Paolo Caggiano e Fabiola Gorgieri, edizione EDIF. All’interno del volume si legge un saggio dal titolo “Jorio Vivarelli, l’architettura è scultura, la scultura è architettura” di Veronica Ferretti a testimonianza della mostra-convegno organizzata dalla Fondazione Pistoiese Jorio Vivarelli dal titolo “Jorio Vivarelli e gli architetti del Novecento” realizzata dal 9 dicembre 2012 al 16 gennaio 2013  presso la Sala Maggiore e le Sale Affrescate del Palazzo Comunale di Pistoia, ha inteso celebrare, a dodici anni dalla propria costituzione, l’opera del Maestro nella sua Città con una esposizione che presenta il contributo offerto dallo scultore all’architettura del Novecento.

d) Organizzazione di visite guidate presso il Museo della Fondazione;

e) Quinta Borsa di studio “Jorio Vivarelli”  rivolta agli studenti della Scuole Medie Superiori della provincia di Pistoia, in collaborazione con Vibanca, Banca di Credito Cooperativo di Pistoia. Al concorso, intitolato “Inno alla vita”, hanno partecipato 138 studenti.

f) Organizzazione, in collaborazione con il Comune di Pistoia e l’Associazione Culturale “Orecchio Acerbo”, e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio, dell’iniziativa “Un’Estate chiacchierina – Terza edizione”, consistente in otto incontri culturali e didattici rivolti ai bambini dai cinque agli undici anni accompagnati dai loro familiari. Vi hanno preso parte complessivamente 240 persone.

g) Pubblicazione, in collaborazione con l’Associazione Orecchio Acerbo e con il determinante contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, del volume “Jorio raccontato ai bambini” che è stato poi donato a tutti i partecipanti alle manifestazioni organizzate dall’Associazione Orecchio Acerbo presso la Fondazione Jorio Vivarelli.

h) Organizzazione, in collaborazione con la Fondazione Pistoiese Promusica e il Comune di Pistoia, della quarta edizione della manifestazione “L’Antidoto – Serate musicali a Villa Stonorov”.  Sono state organizzati quattro concerti nei saloni espositivi e nell’anfiteatro del parco della Fondazione, sotto la direzione artistica del maestro Daniele Giorgi. Ciascuna serata ha visto una grande partecipazione di pubblico con una presenza complessiva di 480 – 500 spettatori.

i)     Organizzazione della tradizionale Cena di San Jacopo, con i sapori della tradizione pistoiese. “Una sera a cena con swing”, presso la Fondazione Vivarelli nell’incantevole cornice dell’anfiteatro del parco di Villa Stonorov con accompagnamento musicale.

j)     Mostra a Pistoia. “L’anima del luogo” promossa dalla Fondazione Banche di Pistoia e Vignole.Allo scopo di valorizzare l’arte del Novecento pistoiese, l’Istituto di Storia Locale della Fondazione, ha promosso una pubblicazione e una mostra incentrate sugli artisti dei primi cinquanta anni del secolo, che meglio hanno interpretato il loro rapporto con i luoghi di nascita, di formazione, trasformando il fervore culturale o il loro modo di concepire la pittura, la scultura in “mobilità spirituale”. La mostra, nelle Sale Affrescate del Palazzo Comunale, è stata inaugurata sabato 21 dicembre alle 17 e rimasta aperta fino al 2 febbraio 2014.  Le opere Maestro Jorio Vivarelli presenti in mostra sono: la pietra Colona Toscana del 1952 e il marmo Renaiolo del 1949.

k)    Mostra a Firenze “Padre Ernesto Balducci, dalla Messa degli Artisti all’arte contemporanea”. Un Convegno ed una mostra pittorica-documentaria, tenutisi dal 6 Dicembre 2013 al 9 Gennaio 2014 a Firenze a Palazzo Medici Riccardi, hanno ricordato “La Messa degli Artisti”  iniziata nel 1949 ad opera di  Padre Ernesto Balducci.I biglietti d’invito alla Messa riportavano la riproduzione fotografica di un’opera di un artista del tempo. L’esposizione comprendeva tre lavori di Jorio Vivarelli esposti insieme a quelli di altri  celebri artisti che avevano partecipato all’iniziativa fra i quali Carlo Carrà, Primo Conti, Giovanni Michelucci, Ottone Rosai, Antonio Bueno, Giacomo  Manzù.

l)     Partecipazione al bando pubblico emesso dalla Regione Toscana per l’ideazione, progettazione e realizzazione del progetto di iniziativa regionale denominato “Toscanaincontemporanea 2013”. Il progetto presentato dalla Fondazione Vivarelli dal titolo “OPERE IN-VERDE” è riservato a due giovani artisti di nazionalità tedesca per un periodo di studio, ricerca e laboratorio della durata di un mese sul territorio pistoiese con soggiorno nella foresteria della Fondazione Jorio Vivarelli. Il progetto è risultato tra i vincitori ed è stato finanziato con euro 4.000, potendo contare anche sui seguenti cofinanziamenti: Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia,euro 3.000; Azienda Vivaistica Piante Mati, auro 1.500, Risorse Fondazione Jorio Vivarelli euro 5.900.

Nel corso del 2013 la Fondazione Vivarelli ha richiamato numerosi visitatori; il totale di quelli registrati, tra singoli, comitive e scolaresche, è stato di circa 2000 persone, mentre per le attività realizzate fuori dalla sede della Fondazione si sono registrati circa 16.000 visitatori.