Fondazione Jorio Vivarelli
La materia della vita
L’ANTIDOTO 2013 – Concerti a Villa Stonorov
Categories: Eventi, Eventi futuri

Domenica 16 giugno 2013 – ore 18.00

 

CORO “VOCI DANZANTI”

ENSEMBLE STRUMENTALE DELLA SCUOLA MABELLINI

 

Antonio Vivaldi (1678-1741)

L’Estro armonico op. 3, Concerto n. 3 RV 310 in sol maggiore

Allegro – Largo – Allegro

Solista: Teresa Dereviziis

 

Anthony Hedges(1931) 

Dancing days per coro di voci bianche e ensemble strumentale

Shake off, shake off, su svegliati

Qual è la via per Wonderland

Moderato ma giocoso (strumentale)

Danza, su danza

 

Premiazione dei coristi partecipanti al Progetto “Dancing days”

 

CORO “VOCI DANZANTI”

Alessio Aldrovandi, Rebecca Barbini, Asia Chiaramonti, Camilla Coraggio, Maria Cristea, Ines Damnati Adib, Gioele De Stefano, Bianca Di Cecio, Linda Efrem Ogbe, Costanza Figaia, Rachele Forzoni, Letizia Frosini,Mattia Gelli, Ilaria Gaiffi, Giulio Ingrassia, Anna Gregoriani, Alessia Manigrasso, Emma Leonetti,Laura Marini,  Carlo Mannori, Paola Ndreu, Margherita Mazzone, Elisa Saccardo, Sara Niccolai, Lorenzo Soddu, Alessia Sibaldi, Giulia Tempestini, Paola Tesi, Scarleth Stefanizzi, Pona Tare, Jessica Zote, Lorenzo Tondini, Andrea Villani

 

ENSEMBLE STRUMENTALE DELLA SCUOLA MABELLINI

violini: Teresa Dereviziis, Sofia Morano, Pamela Cerchi, Valentina Andriani, Federico Guido Ricci

viole: David Antonini, Ernesto Biagi, Tommaso Morano

contrabbasso: Alessandro Antonini

flauto: Chiara Tufaro

clarinetti: Tiberio Spadi, Tommaso Vannucci

xilofono: Lisa Uccini

pianoforte: Eleonora Spagnesi

 

 

 

 

 

Martedì 2 Luglio 2013 – ore 21.15

 

Il virtuosismo appassionato del

DUO SOLOTAREV

Fernando Gabriele Mangifesta &

Lorenzo Scolletta

fisarmoniche

 

Astor Piazzolla

Tanti anni prima

Curt Mahr

Allegro dal concerto per due fisarmoniche

 

Torbjorn Lundquist

Adagio per due fisarmoniche

 

Viacheslav Semionov

Kalina Krasnaja

 

Astor Piazzolla

S’il vous plait

 

Krzysztof Olczak

Phantasmagorien

 

Astor Piazzolla

Oblivion

 

Ennio Morricone

C’era una volta in America

 

Ennio Morricone

Nuovo cinema paradiso

Luis Bacalov

Il Postino

Nicola Piovani

La vita è bella

Wolfgang Amadeus Mozart

Marcia alla turca

 

 

Mercoledì 17 Luglio 2013 – ore 21.15

 

Il quartetto d’archi ovvero….. la Musica!

incontro col

QUARTETTO CALYCANTHUS

 

Daniele Giorgi – violino

Paolo Lambardi – violino

Stefano Zanobini – viola

Andrea Landi – violoncello

 

 

Franz Schubert

Quartetto n.13 in la minore D804

De Rosamunde”

 

Ludwig van Beethoven

Quartetto op.18 n.3 in re maggiore

 

 

 

Venerdì 2 Agosto 2013 – ore 21.15

 

Sfida tra melodie intramontabili

ALESSANDRA MEOZZI

& DUO PROVENZANI – BARBINI

Alessandra Meozzi – soprano

Luca Provenzani – violoncello  

Fabiana Barbini – pianoforte

 

 

Gioachino Rossini

La Promessa  –  Soirèes musicales

 

Antonin Dvorak

Canzone alla Luna – Rusalka

 

Camille Saint-Saëns

Allegro appassionato op.43

 

Giuseppe Verdi

Ave Maria – Otello

Mercè dilette amiche – Vespri Siciliani

 

Giacomo Puccini

Quando me’n vò – La Boheme

O mio babbino caro – Gianni Schicchi

 

Gabriel Fauré

Elegie op. 24 in do minore

Apres un reve

 

Sergej Rachmaninov

Vocalise

 

Charles Gounod

Aria dei gioielli – Faust

 

 

 

DANIELE GIORGI

Direttore d’orchestra, compositore e violinista fiorentino, classe 1970, si è diplomato in violino con il massimo dei voti al conservatorio cittadino. Si è perfezionato all’Accademia di Musica della Svizzera Italiana. Dal 1999 ricopre il ruolo di spalla dell’ORT- Orchestra della Toscana; nel 2003 ha iniziato a dedicarsi alla direzione sotto la guida di Bellugi e Karabtchevsky. 2° premio al Concorso Internazionale per Direttori d’Orchestra “A.Pedrotti” di Trento 2004.
Nel 2006 sale sul podio dell’ORT, alla “Sagra Musicale Umbra”, per la prima esecuzione italiana di “Die beiden Pedagogen” di Mendelssohn. Preparatore della Symphonica d’Italia per Lorin Maazel. Dal 2004, anno in cui è stata fondata, collabora stabilmente con l’Orchestra Promusica di Pistoia. E’ direttore artistico de “L’Antidoto”. Tra le varie collaborazioni spiccano quelle con orchestre quali la Haydn, la Filarmonica Marchigiana, l’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari. Attualmente è riconosciuto come una tra le migliori bacchette italiane della sua generazione per il repertorio sinfonico.

 

Fondazione Pistoiese Promusica

È stata costituita dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia,nel 2003, con lo scopo di perseguire e favorire, direttamente o indirettamente, sotto qualsiasi forma, la promozione e la diffusione della cultura musicale con particolare riferimento al territorio della provincia di Pistoia. Per il raggiungimento del suddetto scopo la Fondazione organizza concerti, realizza attività di formazione e istruzione ed eroga borse di studio.

In particolare, la Fondazione organizza ogni anno la Stagione dei concerti di Musica da camera, avvalendosi della collaborazione dell’Associazione Amici della Musica di Pistoia, nonchè la Stagione “Sinfonica  Grandi Solisti”, iniziativa volta a diffondere la fruizione della grande musica in particolare fra le giovani generazioni, utilizzando giovani e valenti strumentisti italiani, con una particolare attenzione a quelli provenienti dalla Regione Toscana e dalla stessa provincia di Pistoia.

 

Fondazione Jorio Vivarelli

È stata istituita nel 2000 con la donazione alla città di Pistoia delle opere e della villa fatta costruire dal Maestro e da sua moglie Giannetta. Ne fanno parte il Comune di Pistoia, la Provincia di Pistoia, la Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, il Comune di Montale e l’Ansaldo Breda SpA. La fondazione ha per scopo statutario la conservazione, la tutela e la valorizzazione dell’opera e del patrimonio artistico-culturale del Maestro. Essa promuove inoltre iniziative culturali capaci di valorizzare la cultura artistica della città di Pistoia e favorirne la diffusione, specialmente fra le giovani generazioni.

 

La villa, il museo e il parco

La Villa che ospita la Fondazione Jorio Vivarelli e il museo nasce alla fine degli anni sessanta dal progetto di Oskar Stonorov, uno dei maggiori esponenti dell’architettura razionalista, con il quale Jorio aveva stretto un fruttuoso sodalizio artistico. Negli spazi interni sono custodite le sculture, i disegni, le incisioni e le altre opere che esprimono la poliedrica produzione artistica di Jorio Vivarelli. Il meraviglioso parco, ricco di alberi monumentali, di ulivi, cipressi, tigli e pioppi, ospita anche un piacevolissimo teatro all’aperto. Particolarmente suggestiva è l’atmosfera che lo caratterizza nelle serate estive. Il fresco anche nella calura, il verde, il silenzio interrotto solo dallo stormir delle fronde creano l’ambiente ideale per godere appieno la gioia della musica.

 

Come si giunge alla Fondazione Jorio Vivarelli

In automobile: dall’uscita dell’autostrada Firenze Mare A11 si svolta a sinistra, verso l’Abetone, e si continua lungo il raccordo autostradale di Pistoia fino all’uscita Viale Europa, seguendo l’indicazione per  Torbecchia. Al primo semaforo di Viale Adua, in direzione Nord-Sud, si svolta a destra per Via Gora e Barbatole. Superato il Ponte alle Tavole che collega le due rive dell’Ombrone, si prendere la deviazione verso Arcigliano imboccando così Via Felceti.

As you reach the Jorio Vivarelli Foundation

By car: from the highway Firenze Mare A11, turn left, towards Abetone, and continue along the motorway until exit Pistoia Viale Europa, following the sign to Torbecchia. At the first traffic light in Adua Street, North-South direction, turn right into Gora e Barbatole Street. After Ponte alle Tavole take the detour to Arcigliano taking so on Felceti Street.

Comments are closed.