Fondazione Jorio Vivarelli
La materia della vita
Segni e Disegni, Michelucci – Vivarelli
Categories: Eventi
  • Comune di Montale
  • Centro Giovanni Michelucci
  • Fondazione Jorio Vivarelli
sabato 22 ottobre ore 17, Villa Castello Smilea Montale, salone delle feste

segniedisegni michelucci·vivarelli

Roberto Agnoletti  e Veronica Ferretti parleranno delle opere dei due artisti toscani!

L’intrecciarsi del lavoro di un architetto, Giovanni Michelucci, e di uno scultore, Jorio Vivarelli, è cronologicamente testimoniato dalle tre tappe realizzative documentate nella mostra aperta a villa Smilea di Montale dal 2 ottobre al 20 novembre 2011. Il connubio tra le due personalità nasce nel ’51 quando Jorio, non ancora trentenne, inizia a lavorare come operaio nella fonderia Michelucci, a quel tempo diretta da Renzo, fratello dell’architetto; Giovanni, già sessantenne, noterà in questo artigiano-artista non tanto l’esperienza ed il virtuosismo tecnico quanto quella stessa vena di spontaneità espressiva, un po’ primitivista, che lo aveva fatto avvicina! re ad altri artisti toscani. Ed è proprio per incoraggiare lo sviluppo di questa ricerca che offre al giovane scultore l’opportunità di cimentarsi in un opera propria, indipendente dal lavoro di fonderia: il grande Cristo ligneo per la chiesa della Vergine. A partire da questa collaborazione il rapporto continua nel tempo basandosi su una simpatia personale e su un’empatia nel processo operativo che si rafforzano nel corso degli anni.  Appare scontato evidenziare un’affinità tra la produzione grafica dei due, finalizzata a prefigurare un’opera plastico-espressiva per Jorio, a suggerire un’idea di spazio antropico per Giovanni, ma entrambi accomunate dalla stratificazione di segni che progressivamente ”mettono in forma” l’immagine a prescindere da contorni o da strutture geometriche, quasi che il risultato finale, non scontato, si venga a definire per tentativi “rivelandosi” man mano che la gestualità aggruma segn! i sulla carta.

I tre edifici michelucciani, per i quali Vivarelli viene a diverso titolo coinvolto, costituiscono altrettante significative tappe di distinti percorsi evolutivi: nel linguaggio  di Michelucci, nella cultura architettonica ed urbanistica italiana, nella tipologia di edificio religioso. L’incontro di sabato 22 ottobre con l’arch. Agnoletti e la dr.a Ferretti offrirà elementi di riflessione per un approfondimento delle varie tematiche.

 

 

Scarica il PDF dell’Invito

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.